annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

ROGER FEDERER

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Re: ROGER FEDERER

    [quote user="tennis100" post="1097431"]Da "tifoso" di Nadal devo ripetere una cosa:

    sono orgoglioso e strafelice di vivere ai tempi del pi? forte tennista della storia, Roger Federer. si merit? veramente tutti i record! grande roger![/quote]

    bravo teo,nei confronti di roger bisognerebbe comportarsi come con un Maldini..aldil? di legittime preferenze,riconoscere e celebrare la grande fortuna di tutti noi per poter assistere alle sue gesta..queste leggende sono tali proprio perch?,come Maldini,Jordan,Maradona,Schumacher,ecc,vanno oltre la notoriet? del proprio sport,assurgendo ad esempi per tutti gli sportivi..

    Commenta


    • Re: ROGER FEDERER

      onore al giocatore di tennis pi? forte della storia.......................grazie per tutto quello che ci hai dato e ci darai..............ora ritorna il re del tuo giardino preferito

      Commenta


      • Re: ROGER FEDERER

        Grande Roger! Entri nella storia non del tennis,dove gi? meritatamente ti trovavi,ma di tutto lo sport!
        Che numeri impressionanti,da vero dominatore!

        Commenta


        • Re: ROGER FEDERER

          [align=right]"La Storia non d? nascondigli.
          La Storia non passa la mano" [/align]
          [align=right](Francesco De Gregori)[/align]
          [align=right]"Grondante di sudore e lacrime, onusta di Fato,
          si affaccia e passa la Storia"
          (Filippo Turati)[/align]

          [align=justify]

          Il popolo francese, si sa, possiede il senso della storia.

          Non per niente ? il popolo che ha avviato il secolo dei Lumi, il popolo che ha ridato dignit? all'uomo, oppresso dalla superstizione, il popolo che per primo ha spezzato le catene dell'assolutismo, il popolo che 40 anni fa innescava il maggio parigino del '68, dando inizio al mondo in cui viviamo oggi.

          E anche oggi, il popolo francese ha confermato di saper riconoscere i momenti storici. Quando Roger Federer ? andato a servire per il match, tutti, nessuno escluso, hanno gridato allo svizzero il loro incoraggiamento, quando in situazioni simili, da che mondo ? mondo, il pubblico tifa per lo sfavorito, per l'underdog, perla partita, sperando che essa si prolunghi ancora.

          Non oggi, non questa volta. Oggi, tutto il mondo del tennis si stringeva intorno a Roger Federer, gli era a fianco nella sua ricerca dell'Ultimo Alloro. Il campione pi? amato. Perch??

          Semplice. Perch? Roger Federer ? poesia in movimento.

          Ogni suo gesto ? una gioia per gli occhi.

          Un servizio armonioso, fluttuante, imprevedibile, letale, impossibile da leggere. Ti aspetti uno slice, fai un passo verso destra... Ed ecco che ti fulmina con una traiettoria centrale, netta e precisa come un laser. Ti prepari per rispondere d'incontro, ed ecco che ti arriva un kick assassino, velenoso, che ti manda in braccio ad un giudice di linea...
          Il movimento ? sempre lo stesso, qualsiasi sia la soluzione che Roger ha in mente. Ma tutto si decide una frazione di secondo prima dell'impatto, grazie al diabolico gioco del polso, che all'ultimo istante, come una pallina in una roulette, determina la traiettoria, l'angolo, la rotazione, e con essa il destino del ribattitore.

          Hai puntato sul rosso? Spiacente, sir, ? uscito il nero. Ace. Game Federer.

          Il rovescio, l'antico punto debole, negli anni ? diventato una cornucopia di meraviglie. Pu? uscire qualsiasi traiettoria da quel grip eastern backhand, da quella presa che si insegnava una volta, fra un t? e un derby di galoppo. Traiettorie incrociate strettissime, grazie alla ferrea azione del polso. Passanti lungolinea in controbalzo, improvvise bordate in anticipo, quasi prove di rotazione.
          Ma soprattutto, lui, la biscia, il rettile, il mamba nero pi? velenoso della storia del nostro sport: il pi? bello, il pi? temibile, il pi? insidioso rovescio slice che la storia ricordi. Un colpo dal rimbalzo bassissimo, in grado di sbilanciare e mandare fuori tempo i pi? temuti colpitori, costringendoli a massaggiarsi le caviglie.

          Ed eccoci al Diritto, l'Apoteosi. Forse il pi? bel diritto della storia di questo sport. Grip che oscilla tra una eastern (sulle palle pi? basse) ad una semiwestern (quando c'? da picchiare dall'alto in basso), una catena cinetica possente e armoniosa, come gli ingranaggi della sala macchine del Titanic. E una spaventosa ricopertura di polso, ad imprimere alla palla rotazione, direzione, profondit?, angolo, controllo assoluto.
          Il Diritto di Roger Federer, nelle giornate di grazia, si presta ad un solo aggettivo. Inesorabile, come una mitragliatrice. Tonante, come un pezzo di artiglieria. Non esiste traiettoria che gli sia preclusa. Il colpo incrociato dall'angolo destro pu? tagliare il campo a fette comeun melone. Dall'angolo sinistro, poi, c'? solo l'imbarazzo della scelta: sar? uno sventaglio? Piazzer? il lunglinea anomalo? Si domandano, attonite, le vittime. Ma il pensiero ha appena attraversato il loro cervello che pam! la palla ? gi? passata, imprendibile.

          E il resto? Beh, prendete la vole? di rovescio di Stefan Edberg, mescolatela con il tocco di palla di John McEnroe, aggiungeteci i riflessi di Patrick Rafter. Se ancora non vi basta, legate il tutto con la determinazione e la ferrra volont? di Ivan Lendl, a conferire continuit? alle prestazioni, ed ecco a voi il risultato:

          5 US Open
          5 Wimbledon
          3 Aus Open
          1 Roland Garros

          20 semifinali consecutive nei tornei dello Slam
          237 settimane consecutive in testa alla classifica Atp
          Pi? alta % di sempre di match vinti sul circuito (80,7%)

          Grazie Roger. Sono felice di aver vissuto nella Tua Era.

          Commenta


          • Re: ROGER FEDERER

            veramente complimenti a Roger

            Commenta


            • Re: ROGER FEDERER

              [quote user="roberto" post="1097547"][align=right]"La Storia non d? nascondigli.
              La Storia non passa la mano" [/align]
              [align=right](Francesco De Gregori)[/align]
              [align=right]"Grondante di sudore e lacrime, onusta di Fato,
              si affaccia e passa la Storia"
              (Filippo Turati)[/align]

              [align=justify]

              Il popolo francese, si sa, possiede il senso della storia.

              Non per niente ? il popolo che ha avviato il secolo dei Lumi, il popolo che ha ridato dignit? all'uomo, oppresso dalla superstizione, il popolo che per primo ha spezzato le catene dell'assolutismo, il popolo che 40 anni fa innescava il maggio parigino del '68, dando inizio al mondo in cui viviamo oggi.

              E anche oggi, il popolo francese ha confermato di saper riconoscere i momenti storici. Quando Roger Federer ? andato a servire per il match, tutti, nessuno escluso, hanno gridato allo svizzero il loro incoraggiamento, quando in situazioni simili, da che mondo ? mondo, il pubblico tifa per lo sfavorito, per l'underdog, perla partita, sperando che essa si prolunghi ancora.

              Non oggi, non questa volta. Oggi, tutto il mondo del tennis si stringeva intorno a Roger Federer, gli era a fianco nella sua ricerca dell'Ultimo Alloro. Il campione pi? amato. Perch??

              Semplice. Perch? Roger Federer ? poesia in movimento.

              Ogni suo gesto ? una gioia per gli occhi.

              Un servizio armonioso, fluttuante, imprevedibile, letale, impossibile da leggere. Ti aspetti uno slice, fai un passo verso destra... Ed ecco che ti fulmina con una traiettoria centrale, netta e precisa come un laser. Ti prepari per rispondere d'incontro, ed ecco che ti arriva un kick assassino, velenoso, che ti manda in braccio ad un giudice di linea...
              Il movimento ? sempre lo stesso, qualsiasi sia la soluzione che Roger ha in mente. Ma tutto si decide una frazione di secondo prima dell'impatto, grazie al diabolico gioco del polso, che all'ultimo istante, come una pallina in una roulette, determina la traiettoria, l'angolo, la rotazione, e con essa il destino del ribattitore.

              Hai puntato sul rosso? Spiacente, sir, ? uscito il nero. Ace. Game Federer.

              Il rovescio, l'antico punto debole, negli anni ? diventato una cornucopia di meraviglie. Pu? uscire qualsiasi traiettoria da quel grip eastern backhand, da quella presa che si insegnava una volta, fra un t? e un derby di galoppo. Traiettorie incrociate strettissime, grazie alla ferrea azione del polso. Passanti lungolinea in controbalzo, improvvise bordate in anticipo, quasi prove di rotazione.
              Ma soprattutto, lui, la biscia, il rettile, il mamba nero pi? velenoso della storia del nostro sport: il pi? bello, il pi? temibile, il pi? insidioso rovescio slice che la storia ricordi. Un colpo dal rimbalzo bassissimo, in grado di sbilanciare e mandare fuori tempo i pi? temuti colpitori, costringendoli a massaggiarsi le caviglie.

              Ed eccoci al Diritto, l'Apoteosi. Forse il pi? bel diritto della storia di questo sport. Grip che oscilla tra una eastern (sulle palle pi? basse) ad una semiwestern (quando c'? da picchiare dall'alto in basso), una catena cinetica possente e armoniosa, come gli ingranaggi della sala macchine del Titanic. E una spaventosa ricopertura di polso, ad imprimere alla palla rotazione, direzione, profondit?, angolo, controllo assoluto.
              Il Diritto di Roger Federer, nelle giornate di grazia, si presta ad un solo aggettivo. Inesorabile, come una mitragliatrice. Tonante, come un pezzo di artiglieria. Non esiste traiettoria che gli sia preclusa. Il colpo incrociato dall'angolo destro pu? tagliare il campo a fette comeun melone. Dall'angolo sinistro, poi, c'? solo l'imbarazzo della scelta: sar? uno sventaglio? Piazzer? il lunglinea anomalo? Si domandano, attonite, le vittime. Ma il pensiero ha appena attraversato il loro cervello che pam! la palla ? gi? passata, imprendibile.

              E il resto? Beh, prendete la vole? di rovescio di Stefan Edberg, mescolatela con il tocco di palla di John McEnroe, aggiungeteci i riflessi di Patrick Rafter. Se ancora non vi basta, legate il tutto con la determinazione e la ferrra volont? di Ivan Lendl, a conferire continuit? alle prestazioni, ed ecco a voi il risultato:

              5 US Open
              5 Wimbledon
              3 Aus Open
              1 Roland Garros

              20 semifinali consecutive nei tornei dello Slam
              237 settimane consecutive in testa alla classifica Atp
              Pi? alta % di sempre di match vinti sul circuito (80,7%)

              Grazie Roger. Sono felice di aver vissuto nella Tua Era.[/quote]

              Fantastico rob?..hai detto tutto,e splendidamente.

              Commenta


              • Re: ROGER FEDERER

                Sul 2-1 Federer, con Soderling alla battuta sul 15-0, un invasore ? entrato in campo avvicinandosi a Federer con tanto di divisa del Basilea, bandiera del Barcellona e cappellino della Rivoluzione Francese. L'invasore non ? un personaggio nuovo a simili imprese. L'uomo, che si presenta come 'Jimmy Jump', vanta un curriculum molto ricco: nel 2004 ha invaso il campo durante la finale degli Europei di calcio in Portogallo ed ? entrato in pista durante il Gp di Spagna di Formula 1. Nel 2005 ha scavalcato le recinzioni durante Real Madrid-Barcellona. Il servizio di sicurezza ha impiegato lunghi interminabili secondi prima di placcare il pazzo che ha deconcentrato lo svizzero.

                Questo fa casino ogni anno e non lo mettono in carcere a vita?


                P.s. sei grande,Roberto.

                Commenta


                • Re: ROGER FEDERER

                  Roberto mi sono commossa a leggere il tuo POST....

                  Commenta


                  • Re: ROGER FEDERER

                    Grazie Roger!!! :grin:

                    Commenta


                    • Re: ROGER FEDERER

                      [quote user="roberto" post="1097547"][align=right]"La Storia non d? nascondigli.
                      La Storia non passa la mano" [/align]
                      [align=right](Francesco De Gregori)[/align]
                      [align=right]"Grondante di sudore e lacrime, onusta di Fato,
                      si affaccia e passa la Storia"
                      (Filippo Turati)[/align]

                      [align=justify]

                      Il popolo francese, si sa, possiede il senso della storia.

                      Non per niente ? il popolo che ha avviato il secolo dei Lumi, il popolo che ha ridato dignit? all'uomo, oppresso dalla superstizione, il popolo che per primo ha spezzato le catene dell'assolutismo, il popolo che 40 anni fa innescava il maggio parigino del '68, dando inizio al mondo in cui viviamo oggi.

                      E anche oggi, il popolo francese ha confermato di saper riconoscere i momenti storici. Quando Roger Federer ? andato a servire per il match, tutti, nessuno escluso, hanno gridato allo svizzero il loro incoraggiamento, quando in situazioni simili, da che mondo ? mondo, il pubblico tifa per lo sfavorito, per l'underdog, perla partita, sperando che essa si prolunghi ancora.

                      Non oggi, non questa volta. Oggi, tutto il mondo del tennis si stringeva intorno a Roger Federer, gli era a fianco nella sua ricerca dell'Ultimo Alloro. Il campione pi? amato. Perch??

                      Semplice. Perch? Roger Federer ? poesia in movimento.

                      Ogni suo gesto ? una gioia per gli occhi.

                      Un servizio armonioso, fluttuante, imprevedibile, letale, impossibile da leggere. Ti aspetti uno slice, fai un passo verso destra... Ed ecco che ti fulmina con una traiettoria centrale, netta e precisa come un laser. Ti prepari per rispondere d'incontro, ed ecco che ti arriva un kick assassino, velenoso, che ti manda in braccio ad un giudice di linea...
                      Il movimento ? sempre lo stesso, qualsiasi sia la soluzione che Roger ha in mente. Ma tutto si decide una frazione di secondo prima dell'impatto, grazie al diabolico gioco del polso, che all'ultimo istante, come una pallina in una roulette, determina la traiettoria, l'angolo, la rotazione, e con essa il destino del ribattitore.

                      Hai puntato sul rosso? Spiacente, sir, ? uscito il nero. Ace. Game Federer.

                      Il rovescio, l'antico punto debole, negli anni ? diventato una cornucopia di meraviglie. Pu? uscire qualsiasi traiettoria da quel grip eastern backhand, da quella presa che si insegnava una volta, fra un t? e un derby di galoppo. Traiettorie incrociate strettissime, grazie alla ferrea azione del polso. Passanti lungolinea in controbalzo, improvvise bordate in anticipo, quasi prove di rotazione.
                      Ma soprattutto, lui, la biscia, il rettile, il mamba nero pi? velenoso della storia del nostro sport: il pi? bello, il pi? temibile, il pi? insidioso rovescio slice che la storia ricordi. Un colpo dal rimbalzo bassissimo, in grado di sbilanciare e mandare fuori tempo i pi? temuti colpitori, costringendoli a massaggiarsi le caviglie.

                      Ed eccoci al Diritto, l'Apoteosi. Forse il pi? bel diritto della storia di questo sport. Grip che oscilla tra una eastern (sulle palle pi? basse) ad una semiwestern (quando c'? da picchiare dall'alto in basso), una catena cinetica possente e armoniosa, come gli ingranaggi della sala macchine del Titanic. E una spaventosa ricopertura di polso, ad imprimere alla palla rotazione, direzione, profondit?, angolo, controllo assoluto.
                      Il Diritto di Roger Federer, nelle giornate di grazia, si presta ad un solo aggettivo. Inesorabile, come una mitragliatrice. Tonante, come un pezzo di artiglieria. Non esiste traiettoria che gli sia preclusa. Il colpo incrociato dall'angolo destro pu? tagliare il campo a fette comeun melone. Dall'angolo sinistro, poi, c'? solo l'imbarazzo della scelta: sar? uno sventaglio? Piazzer? il lunglinea anomalo? Si domandano, attonite, le vittime. Ma il pensiero ha appena attraversato il loro cervello che pam! la palla ? gi? passata, imprendibile.

                      E il resto? Beh, prendete la vole? di rovescio di Stefan Edberg, mescolatela con il tocco di palla di John McEnroe, aggiungeteci i riflessi di Patrick Rafter. Se ancora non vi basta, legate il tutto con la determinazione e la ferrra volont? di Ivan Lendl, a conferire continuit? alle prestazioni, ed ecco a voi il risultato:

                      5 US Open
                      5 Wimbledon
                      3 Aus Open
                      1 Roland Garros

                      20 semifinali consecutive nei tornei dello Slam
                      237 settimane consecutive in testa alla classifica Atp
                      Pi? alta % di sempre di match vinti sul circuito (80,7%)

                      Grazie Roger. Sono felice di aver vissuto nella Tua Era.[/quote]

                      splendido

                      Commenta


                      • Re: ROGER FEDERER

                        mi stai inziano a entrare nel cuore, veramente. All'inizio ti stimavo e basta tecnicamente... adesso invece che finalmente mostri le tue emozioni, condividi la partita col pubblico mi piaci davvero tanto... quel merdoso giorno che mollerai ci star? veramente male... spero che questo accada dopo che tu abbia vinto l'8? wimbledon a 35 anni...

                        Commenta


                        • Re: ROGER FEDERER

                          8 volte a wimbledon accadr? molto prima di 35 anni, stanne certo

                          Commenta


                          • Re: ROGER FEDERER

                            [quote user="Marco90" post="1098206"]8 volte a wimbledon accadr? molto prima di 35 anni, stanne certo[/quote] sarebbe un sogno... facciamo 10 allora ok

                            Commenta


                            • Re: ROGER FEDERER

                              Grandissimoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo oooooooo.....quando ho letto su internet della tua vittoria ho goduto come un maiale!!!!!! 8)

                              Commenta


                              • Re: ROGER FEDERER

                                Dico anche io la mia su Roger......
                                Non ricordo esattamente quando cominciai a seguirlo pero`ricordo che all'inizio mi andava maledettamente sulle balle.Non lo sopportavo propio.Mi era`antipatico.Ovunque mi giravo vedevo sempre la scritta Roger Federer e io mi dicevo ma che balle ma che noia ma ce sempre lui ma ci deve essere qualcuno che lo puo`battere.
                                Un giorno invece mi sono decisa di vedermi un suo match e vedendolo ho capito il perche si parla cosi tanto di lui e mi e`entrato dritta nel cuore e mai piu`uscito.
                                Raga io vedendolo mi sono quasi cagata addosso.Sono rimasta cosi.
                                Di giocatori ne ho visti tanti ma nella mia vita non ho mai visto un giocatore cosi.
                                Ora io vado a memoria pero`mi ricordo una finale ad AO Open dove lui fu premiato da Rod Laver battento un record propio da lui stesso se non sbaglio e Roger pianse e io piansi assieme a lui.
                                Da quella volta lui mi prese del tutto e me ne sono pazzamente innamorata di lui.Io lo amo.
                                Pensandoci ora penso che Roger come giocatore si e`visto un po in tutti i modi.
                                Un Roger felice un Roger deluso incavolato frustrato un Roger che si commuove e piange sia dalla tristezza che dalla gioia e questo me lo fa amare ancora di piu`.Sta sua fragilita umanita sensibilita mi piace molto.E`bello...
                                Lui ha un dono innato, quello di far fare alla pallina ogni traiettoria possibile.E`seplicemente immenso.
                                Io ringrazio il signore il quale mi ha dato la possibilita di godermi del tutto fino in fondo sto straordinario giocatore.Non dico che e`il giocatore piu`forte tra i piu`forti pero`ci siamo vicini...
                                14 Slam gli ha in tasca come ce li ha pure Pete Sampras pero`credo sto ultimo Slam vinto da Federer abbia piu`peso perche qua Sampras non ci e`mai riuscito a vincere....

                                Basta dai che mi commuovo se parlo di lui...

                                Commenta


                                • Re: ROGER FEDERER

                                  Mi fa piacere che anche voi proviate le stesse mie emozioni nel seguire questo straordinario eroe..

                                  Tra l'altro mi son reso conto di un altro dato sconcertante:unico giocatore nella storia,gi? adesso,ad aver disputato almeno 4 finali in ogni torneo dello Slam..

                                  Il bello ? che ora Roger,come lui stesso ha dichiarato,s'? tolto un fardello tremendo dal groppone,e se potr? finalmente tornare a giocare sereno e libero di mente,avendo solo da guadagnare da ogni vittoria,e non dovendo dimostrare pi? niente a nessuno,gi? da Halle e soprattutto Wimbledon potremmo goderci uno spettacolo realmente incredibile..

                                  Forza Roger,ad maiora!

                                  Commenta


                                  • Re: ROGER FEDERER

                                    Raga leggete questo.Direi che piu`che meritato.Bellissimo

                                    TENNIS

                                    Lo stadio di Basilea cambia nome
                                    Si chiamer? Roger Federer Arena


                                    La citt? elvetica omaggia il suo concittadino cambiando il nome alla st. Jakobshalle, che ospita il torneo Atp. E il fuoriclasse elvetico pareggia i conti con Rod Laver...


                                    BASILEA - Dopo la conquista del Roland Garros, unico torneo dello Slam fino a ieri assente nella sua bacheca, Roger Federer incassa l'ennesimo, prestigioso riconoscimento: la sua citt? natale, Basilea, ha deciso di intitolare il suo stadio per il tennis proprio al campione svizzero. Dopo un programma di ristrutturazione la st. Jakobshalle, sede tra l'altro del torneo Atp di Basilea (quest'anno in programma dal 2 all'8 novembre), prender? il nome di Roger Federer Arena.

                                    L'iniziativa del comune svizzero segna un punto a favore del campione svizzero nel - virtuale - confronto a distanza tra lui e Rod Laver. Oggetto del contendere lo scettro del "pi? grande di sempre", con i due tra i pi? autorevoli pretendenti al titolo. Ora entrambi hanno uno stadio che porta il loro nome. E se ? vero che il "Rocket" australiano, capace di vincere per ben due volte il mitico Grand Slam, pu? sfoggiare proprio uno delle quattro arene che ospitano i tornei pi? importanti del mondo, il partito favorevole al neocampione degli Open di Francia possono ribattere l'intestazione ? avvenuta quando il mancino australiano era gi? un anziano signore che dispensava pareri sul tennis dei suoi discendenti, mentre Federer ha ottenuto il riconoscimento in carriera.

                                    Curiosamente, il campione svizzero, che di Laver ? grandissimo ammiratore, aveva scherzato su questa prospettiva. Era qualche anno fa, ma gi? aveva cominciato a prendere corpo il dibattito su quale fosse il posto che il 27enne di Basilea sarebbe andato a occupare tra le leggende del tennis. Interpellato su un possibile raffronto tra lui e il campionissimo australiano, aveva replicato con la consueta modestia e non poca ironia. "A lui nel suo Paese hanno intitolato uno stadio, a me, per ora, hanno regalato una mucca...". Il riferimento era al "premio speciale" che i suoi connazionali di Gstaad gli avevano consegnato dopo la vittoria del torneo che si tiene in estate nella localit? alpina. Ora, per?, anche Roger ha il "suo" stadio. E il confronto ? pi? aperto che mai.


                                    8 giugno 2009

                                    Fonte:http://www.repubblica.it/2009/05/spo...ea-stadio.html

                                    Commenta


                                    • Re: ROGER FEDERER

                                      Niente di pi? giusto..chapeau!

                                      Commenta


                                      • Re: ROGER FEDERER

                                        per me ? sbagliato...punto.

                                        magari quando si sar? ritirato...ma cos? non si rispettano i suoi colleghi tennisti..


                                        ? sempre un uomo roger federer,non perdiamo il contatto con la realt? :roll:

                                        Commenta


                                        • Re: ROGER FEDERER

                                          Qua non si tratta di perdere il contatto con la realta e non centra niente se lui e`Federer....
                                          Io sarei dello stesso parere se si tratesse di un altro giocatore nel caso facesso quanto ha fatto Federer fin ora o ancora di piu`....
                                          Semplicemente penso che a un giocatore straordinario come lui e`giusto fargli sto onore ma se fosse Federer o non per me non cambia nulla.Rimango sempre della stessa idea....

                                          Che Federer fosse solo un'uomo penso che lo abbia dimostrato piu`volte e su questo non ci piove!Di certo non e`un'alieno....

                                          Commenta


                                          • Re: ROGER FEDERER

                                            Intanto si ? cancellato da Halle per prepararsi a Wimbledon...
                                            Peccato perdere punti cos? :!:

                                            Commenta


                                            • Re: ROGER FEDERER

                                              da www.rogerfederer.com

                                              Dear fans

                                              I am sorry to announce that I have decided to withdraw from this week's Gerry Weber Open in Halle, Germany.

                                              I sincerely apologize to the tournament organizers, my competitors, and my fans in Germany. I only hope they will understand that I still feel emotionally overwhelmed and exhausted by the incredible events of the past few days. It is hard for me to admit, but I simply cannot imagine giving my best effort in another tournament right away and I don't want to risk injury if I am not 100% prepared. I need to rest and recuperate.

                                              I look forward to returning to Halle in 2010 to go for my sixth title. It is one of my favorite events on the ATP World Tour.

                                              I also want to thank all of you for your unbelievable support these past two weeks. You are the best, and you helped me make a dream come true.

                                              Roger


                                              C'era da aspettarselo, sta ancora festeggiando il rolando, bravo campione riposati! :wink:

                                              Commenta


                                              • Re: ROGER FEDERER

                                                Ovviamente dispiace perch? sull'erba si gioca molto poco,e vederlo giocarvi ? sempre un piacere per gli occhi..per? ? pi? che comprensibile,io credo che fosse impossibile partecipare pi? da un punto di vista psicologico che fisico,ed in vista di Wimbledon,che mai come quest'anno ? decisivo,non poteva fare altro..

                                                Commenta


                                                • Re: ROGER FEDERER

                                                  Lo immaginavo che avrebbe dato il forfeit a sto torneo.Sta cosa c'era nell'aria...
                                                  Da una parte sono contenta e mi sembra piu`che giusto pero`dall'altra parte invece cosi si perdono i punti preziosi.Roger deve rimontare. 8)

                                                  Commenta


                                                  • Re: ROGER FEDERER

                                                    Vabbe ci stava.. in fondo me l'aspettavo, meglio non rischiare nulla!

                                                    Forza Roger!

                                                    Commenta

                                                    Sto operando...
                                                    X
                                                    escort ordu escort kıbrıs izmit escort bodrum escort rize escort konya escort kırklareli escort izmit escort escort halkalı erzurum escort sivas escort samsuun escort tokat escort