annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Gianluigi Quinzi

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Originariamente inviato da roberto Visualizza il messaggio
    Diciamo che quando gli vedo partire il rovescio incrociato stretto o lungolinea a chiudere in avanzamento mi vengono le lacrime agli occhi...

    Comunque lasciamo stare i paragoni.

    Io di lui ho capito una cosa.

    GQ è uno di quelli che quando perdono stanno così male, ma così tanto male, ma soffrono così tanto, che pur di non provare quello stato d'animo e quel dolore indicibile sono disposti a soffrire 100 volte tanto sul campo, pronti a farsi tumulare sul posto, prima di perdere una partita.

    Me ne sono accorto chiaramente al challenger di Roma, quando ha perso da Pashanski.

    Il folle era entrato in campo con l'abituale ottimismo, convinto di poter vincere... E ha lottato tutti i punti, fino alla fine, con tutto se stesso, anche quando nel secondo set era sotto di brutto, el'altro, un ex top 60 Atp lo sommergeva di vincenti.

    E quando, sul 63 50, 40-15, dopo averle provate tutte, dopo mille rincorse inutili, si è finalmente reso conto, ha preso coscienza che non avrebbe mai potuto vincere, e anzi che aveva inevitabilmente, ineluttabilmente perso la partita..

    ecco che ad un tratto, inaspettatamente, ha fatto un urlo disumano, acutissimo, interminabile, raggelante.

    Una cosa mai sentita su un campo da tennis: un urlo terrificante; un ululato di sofferenza, che nemmeno i lupi isolati nella neve sulle montagne... Un rumore simile all'acciaio che si piega, che faceva pensare a una volontà ferrea spezzata da una forza bruta.

    E allora, solo allora, ha smesso di lottare, per affrontare se stesso e la sconfitta, tra poche, furtive lacrime di frustrazione.

    Ebbene, secondo me, questa è la qualità che hanno i grandi fighter, i grandi combattenti, magari tecnicamente approssimativi: i Connors, gli Hewitt, i Nadal.

    Non so dove arriverà GQ. Forse non arriverà nemmeno mai fra i primi 100, o i primi 50 del mondo.

    Ma ovunque arriverà, secondo me lui riuscirà ad estrarre da se stesso il 150% del suo potenziale, e merita tutto il nostro tifo.
    Sentite l'audio del match più che il gioco,si sente verso la fine il famoso urlo,che sofferenza

    Quinzi vs Pashanski - Challenger Roma Garden 2012 - Primo Turno - Livetennis.it - YouTube
    Ultima modifica di Il Signore del Tennis; 31-05-2012, 01:22:46.

    Commenta


    • Stamattina GQ si è allenato con Seppi,gli ha portato fortuna

      Commenta


      • Originariamente inviato da Il Signore del Tennis Visualizza il messaggio
        Stamattina GQ si è allenato con Seppi,gli ha portato fortuna
        è mancino, l'ha usato per abituarsi ai colpi di Verdasco
        Ultima modifica di Bertola; 01-06-2012, 19:06:16.

        Commenta


        • Commenta


          • Gianluigi Quinzi e Eduardo Medica - Intervista a Supertennis dopo la vittoria al Bonfiglio. Livetennis.it - Video Dailymotion

            Commenta


            • GQ e Medica si sono prefissati questi obbiettivi per il 2012:

              - Vincere uno Slam Junior e arrivare al numero 1 Itf
              - Vincere almeno un future
              - Chiudere l'anno intorno al 500/600 Atp

              L'unico accenno fatto al 2013 è riferito a Roma dove spera di giocare le quali con una WC
              Ultima modifica di Il Signore del Tennis; 01-06-2012, 19:26:11.

              Commenta


              • Ha una sicurezza ed una maturità nonostante l'età, disarmante

                Per il diritto non sarei così pessimista ho visto netti miglioramenti il che mi fa pensare che migliorerà ancora

                Forza GQ

                Commenta


                • Dal sito della Federtennis:
                  E' arrivato a Parigi mercoledì dopo il successo al Bonfiglio di domenica scorsa. Questa mattina alle ore 11 in punto eccolo sul Court 8 a palleggiare con Andreas Seppi. Una scelta non casuale quella dell’altoatesino, che affronta il mancino Verdasco al terzo turno del Roland Garros. Mancino come Gianluigi Quinzi, sedicenne grande speranza del tennis azzurro: sulla terra rossa parigina giocherà il torneo riservato agli junior.
                  “Il Bonfiglio è andato benissimo, un grado A in Italia, il primo che vinco in questa stagione - dice il marchigiano di Porto San Giorgio - poi l’ho vinto con due anni di anticipo visto che gli altri avevano tutti 18 anni e io ne ho 16. Sono in grande fiducia, ora vediamo quello che accadrà qui al Roland Garros. A Milano è stato bellissimo perché ho saputo gestire molto bene le pressioni che hai quando giochi in Italia. Ora qui sono testa di serie numero due, però io gioco tranquillo e gli altri mi devono battere perché io non mollerò mai…”. Lo scorso anno a Parigi superò le qualificazioni, ma poi fu eliminato al primo turno.
                  In dodici mesi è cresciuto tantissimo, tanto da essere ora uno dei favorito dello Slam juniores. Al suo fianco c’è il coach Eduardo Medica: fa parte del gruppo di Edoardo Infantino, il tecnico argentino che collabora con la Società Mario Belardinelli, cioè la struttura operativa dei cui servizi si avvale la Federazione Italiana Tennis per la gestione del Settore Tecnico.
                  Quel che colpisce di Gianluigi è la sua grande semplicità, la gioia che gli si legge negli occhi per essere qui al Roland Garros, uno dei tempi del tennis mondiale.
                  “Appena arrivato a Parigi ho fatto un'ora di treno perché non trovavamo l’albergo - racconta l’azzurrino - poi abbiamo mangiato un bel kebab perché avevo troppa fame e un bel po’ di patatine fritte. Dopo sono andato a mangiare fuori il sushi ed era solo merenda, poi a letto perché ero stanco…”.
                  Ha sempre detto che il suo modello è Rafa Nadal, mancino come lui: “Nadal è il fenomeno... se vince anche questo è il settimo. Giocare qui è un’emozione diversa, c’è anche il junior quindi puoi fare molta esperienza. E se ti invitano puoi anche palleggiare con quelli più forti. Nella player’s area ho incontrato Rafa, mi ha dato la mano e incredibilmente mi ha riconosciuto, non so come.... Ooi ho visto Ferrer e tutti gli altri…”.

                  Commenta


                  • Grande quando dice che gli altri lo devono battere e che lui non mollerà mai!

                    Bravo Quinzi, così si fa!

                    Commenta


                    • A me come modo di essere e di esprimersi ricorda Valentino Rossi.

                      Semplice, chiaro, schietto, solare, senza troppe sovrastrutture.

                      Ma con una enorme convinzione e fiducia in se stesso e nei propri mezzi.

                      Commenta


                      • Originariamente inviato da roberto Visualizza il messaggio
                        A me come modo di essere e di esprimersi ricorda Valentino Rossi.

                        Semplice, chiaro, schietto, solare, senza troppe sovrastrutture.

                        Ma con una enorme convinzione e fiducia in se stesso e nei propri mezzi.


                        però,robbè,ora che è in Italia non potrebbe fare un corso accelerato di grammatica italiana?


                        Il suo italiano è penoso

                        Commenta


                        • Abituato troppo a parlare spagnolo o sbaglio?

                          Commenta


                          • No, è abituato a giocare a tennis!

                            Oh ragazzi, tutto non si può avere.

                            I fini dicitori escono dalla Sorbona, non dai campi di tennis.

                            Commenta


                            • A me piace un sacco.

                              Che nessuno provi a togliergli l'entusiasmo!

                              Commenta


                              • intanto da twitter

                                Ultima modifica di Alby4788; 02-06-2012, 16:29:22.

                                Commenta


                                • Solo di testa deve migliorare a parer mio,io ho avuto modo di scendere al Bonfiglio oltre che per la finale dove non ha fatto scenate, agli ottavi e li continuava ad urlare in spagnolo e guardava il coach e quasi piangendo gli diceva non ce la faccio più,poi per fortuna a rimontato e vinto l'incontro,ma più avanti non potrà far queste scenate.

                                  Inoltre nei primi giorni gli arbitri mi sono sembrati un po' troppo a suo favore perchè anche agli ottavi due gran colpi entrambi sulla riga del coreano,che l'arbitro inizialmente aveva chiamato buona(sopratutto una che era una smorzata sotto il seggiolone dell'arbitro) e Quinzi le a contestate e nonostante l'arbitro gli avesse fatto vedere il segno buono alla fine lui ha convinto l'arbitro a chiamarla fuori e si è preso due punti senza i quali probabilmente avrebbe perso il primo set.

                                  Comunque speriamo che nei risultati vada avanti,appena riesce a mettere a posto il rovescio,almeno a livello under 18 non ce ne sarà più per nessuno.

                                  Commenta


                                  • Originariamente inviato da matteo milanese Visualizza il messaggio
                                    però,robbè,ora che è in Italia non potrebbe fare un corso accelerato di grammatica italiana?


                                    Il suo italiano è penoso
                                    lui parla 3 lingue.

                                    Tu quante ne parli?

                                    Commenta


                                    • Originariamente inviato da roberto Visualizza il messaggio
                                      lui parla 3 lingue.

                                      Tu quante ne parli?
                                      italiano e inglese....


                                      ma cavolo,l'italiano è la lingua madre,un pò meglio potrebbe parlarla,sà la metà dei vocaboli...



                                      detto questa basta che vince sul campo,solo che sono sorpreso che uno cresciuto in italia cmq parli così male la nostra lingua...



                                      anche la giorgi parla tre lingue,ma l'italiano lo parla alla perfezione.
                                      Ultima modifica di matteo milanese; 03-06-2012, 10:07:29.

                                      Commenta


                                      • Diciamo che l'essere marchigiano non aiuta è uno dei modi di parlare più penalizzanti per l'italiano. Poi comunque è un ragazzino.

                                        Commenta


                                        • Originariamente inviato da ladal98 Visualizza il messaggio
                                          Solo di testa deve migliorare a parer mio,io ho avuto modo di scendere al Bonfiglio oltre che per la finale dove non ha fatto scenate, agli ottavi e li continuava ad urlare in spagnolo e guardava il coach e quasi piangendo gli diceva non ce la faccio più,poi per fortuna a rimontato e vinto l'incontro,ma più avanti non potrà far queste scenate.

                                          Inoltre nei primi giorni gli arbitri mi sono sembrati un po' troppo a suo favore perchè anche agli ottavi due gran colpi entrambi sulla riga del coreano,che l'arbitro inizialmente aveva chiamato buona(sopratutto una che era una smorzata sotto il seggiolone dell'arbitro) e Quinzi le a contestate e nonostante l'arbitro gli avesse fatto vedere il segno buono alla fine lui ha convinto l'arbitro a chiamarla fuori e si è preso due punti senza i quali probabilmente avrebbe perso il primo set.

                                          Comunque speriamo che nei risultati vada avanti,appena riesce a mettere a posto il rovescio,almeno a livello under 18 non ce ne sarà più per nessuno.
                                          la testa ed il rovescio sono le due cose in cui per me invece è più forte...
                                          mentalmente è un mostro, e il rovescio non lo sbaglia mai e ci fa quello che vuole...
                                          mio punto di vista eh...

                                          Commenta


                                          • Originariamente inviato da roger120 Visualizza il messaggio
                                            Diciamo che l'essere marchigiano non aiuta è uno dei modi di parlare più penalizzanti per l'italiano. Poi comunque è un ragazzino.
                                            ma ha 16 anni

                                            Commenta


                                            • Originariamente inviato da matteo milanese Visualizza il messaggio
                                              ma ha 16 anni
                                              beh nessuno a 16 anni parla un buon italiano...considera che non va neanche a scuola

                                              Commenta


                                              • Originariamente inviato da roger120 Visualizza il messaggio
                                                beh nessuno a 16 anni parla un buon italiano...considera che non va neanche a scuola
                                                se tu ascoltassi qualche sua intervista capiresti che non è questione che non parla un buon italiano,ma parla proprio male male male.




                                                ma ripeto,l'importante è che vinca
                                                Ultima modifica di matteo milanese; 03-06-2012, 10:35:51.

                                                Commenta


                                                • Originariamente inviato da matteo milanese Visualizza il messaggio
                                                  se tu ascoltassi qualche sua intervista capiresti che non è questione che non parla un buon italiano,ma parla proprio male male male.




                                                  ma ripeto,l'importante è che vinca

                                                  Non va a scuola e non vive in italia...purtroppo è normale

                                                  Commenta


                                                  • Originariamente inviato da roger120 Visualizza il messaggio
                                                    Non va a scuola e non vive in italia...purtroppo è normale
                                                    appunto dico,un corso veloce di grammatica italiana non gli farebbe male...nei tempi morti...

                                                    Commenta

                                                    Sto operando...
                                                    X